Scegli lo stile

Scegli la forma

Schema di colori

Lo sviluppo del linguaggio nei gemelli

Spesso si è osservato che i gemelli tendono a parlare più tardi rispetto ad altri bambini.

Inizialmente si pensava che questo fenomeno fosse da attribuirsi al fatto che i gemelli vivendo in coppia riuscissero a capirsi facilmente attraverso le espressioni del viso,gli sguardi e i gesti  e dunque avessero meno bisogno di trovare un codice comunicativo,come appunto il linguaggio,

che li mettesse in relazione con il mondo circostante.

Attualmente la questione è stata analizzata da un diverso punto di vista: i gemelli facilmente possono parlare più tardi dei loro coetanei perchè i genitori li lasciano spesso a tu per tu,parlando poco con loro , perchè convinti che essendo in due, possano farsi più compagnia di quelli che sono figli unici e di conseguenza vengono meno stimolati.

In un buon numero di coppie di gemelli si osserva anche un fatto piuttosto singolare: ossia uno sviluppo del linguaggio che viene definito “segreto” poiché consiste nell’uso di vocaboli

“inventati” dai gemelli e incomprensibile al mondo esterno.

In realtà questo fenomeno dimostra la necessità da parte degli adulti e in particolar modo dei genitori ad intervenire raccontando fiabe, giocando e stando più spesso con loro per stimolare e facilitare uno sviluppo del linguaggio più armonioso e regolare.

Un’ altro dato piuttosto frequente tra i gemelli riguarda la prevalenza di uno sull’altro:

può infatti capitare che uno solo dei gemelli sviluppi competenze linguistiche nettamente più abili dell’altro, il quale trovandosi in una situazione di svantaggio, rallenta lo sviluppo del “suo” linguaggio diventando cosi sempre meno loquace.

Anche in questo caso, bisogna che i genitori intervengano in modo sereno e giocoso nella stimolazione del gemello in difficoltà, raccontando e interagendo con situazioni ludiche allo scopo di favorire un equilibrio tra i due gemellini senza creare ansie o conflitti nel loro rapporto che al contrario deve svilupparsi attraverso una “diversificazione” della loro personalità basilare anche un sereno sviluppo futuro.