Scegli lo stile

Scegli la forma

Schema di colori

ACCETTAZIONE PEDIATRICA: GUIDA ALL’USO (E NON ALL’ABUSO)

Care mamme, come Pediatra dei vostri bambini vi garantisco una seria e completa disponibilità nelle fasce orarie (e oltre…) di mia competenza (mi raccomando quindi di avere sempre ben chiari i miei orari di reperibilità e contattabilità, che trovate nella specifica sezione del mio sito). È quindi importante che durante la settimana lavorativa, salvo casi particolari di cui parleremo, facciate riferimento a me qualora il vostro bambino abbia bisogno e sarò poi io stesso a darvi le indicazioni corrette o a valutare se, come e quando sia necessario ed opportuno recarsi in Accettazione. Certo nelle ore notturne e nel week-end il punto di riferimento diventa l’Accettazione Pediatrica, ma questo non significa assolutamente che ogni minimo problema che insorge in questi momenti debba essere affrontato immediatamente portando il bambino in ospedale. È importante innanzitutto che abbiate ben chiaro che cosa sia l’Accettazione Pediatrica. L’Accettazione Pediatrica infatti non è un Pronto Soccorso ma un ambulatorio situato presso la Pediatria dell’Ospedale e aperto 24 ore su 24 e la sua funzione è complementare e non sostitutiva di quella svolta dal Pediatra di libera scelta. La sua gestione è assicurata da personale infermieristico dedicato e preparato a questo compito e da due medici in formazione, di cui almeno uno con esperienza di quattro anni di Pediatria, con la supervisione di un medico strutturato della Clinica Pediatrica o della Pediatria e Oncoematologia, che è però responsabile in contemporanea di tutti i pazienti ricoverati. L’ambulatorio di Accettazione Pediatrica pertanto dovrebbe essere riservato ai piccoli pazienti che hanno realmente necessità di una visita in ambiente ospedaliero e non dovrebbe essere intasato da bambini con problemi di minima gravità, che potrebbero essere tranquillamente gestiti con l’aiuto del proprio Pediatra. Vi propongo quindi una breve guida per comprendere al meglio la funzione di questo importantissimo servizio al fine di poterlo utilizzare nel migliore dei modi e nelle situazioni opportune. Quello che vorrei trasmettervi in queste paginette è un aiuto a comprendere quando è realmente necessario andare in ospedale e quando invece si può tranquillamente attendere di contattarmi il giorno seguente, se notte, o il lunedì, se weekend, almeno riguardo alle più comuni patologie del bambino.

 

Partendo pertanto da questi presupposti ho scelto (vedi tabella 1) una serie di patologie comuni allo scopo di indicare, come orientamento di massima, quando si può attendere di contattare il pediatra e quando è necessario recarsi in ospedale al più presto. Vorrei richiamare la vostra attenzione su questo ultimo concetto: è chiaro che si tratta di indicazioni di massima e non di regole assolute; è un aiuto per orientarvi quando io non posso essere reperibile per darvi indicazioni. Tuttavia voi conoscete il vostro bambino meglio di chiunque altro quindi qualora abbiate dubbi importanti nonostante queste mie indicazioni premuratevi di fare visitare vostro figlio da un medico.

Per leggere le tabelle si tenga a mente i colori di un semaforo. Verde, Giallo e Rosso indicano la gravità della situazione e come deve essere affrontata. ->

Semaforo-06

Tabella 1 – LEGENDA COLORI

Dove troverete i termini scritti in colore verde significa che la situazione è tranquilla e quindi potete attendere di contattarmi nei miei orari, in colore rosa abbiamo presentato le situazioni che richiederebbero una visita medica e quindi un accesso in Accettazione Pediatrica, in colore rosso sono indicate le urgenze in cui è necessaria una visita immediata ed eventualmente una chiamata al 118.

VERDE
Si può attendere il pediatra.
ARANCIONE
Necessaria una visita medica c/o Accettazione
ROSSO
Urgenza

 

1. LA FEBBRE
2. MAL DI GOLA/ GOLA ROSSA
3. MAL DI ORECCHIO
4. LA TOSSE
5. TRAUMI E CADUTE
6. VOMITO E DIARREA
7. PUNTINI SULLA PELLE
8. IL MAL DI PANCIA
9. IL PIANTO
10. IL PENE O I TESTICOLO GONFI
11. IL BRUCIORE/DOLORE AD URINARE
12. IL MAL DI TESTA
13. IL MAL DI COLLO
14. OCCHIO ROSSO
15. SANGUE DAL NASO
16. SANGUE NELLA PIPÌ
17. SANGUE NELLE FECI
18. SANGUE NEL VOMITO
19. SVENIMENTO/SINCOPE
20. ZOPPIA