Scegli lo stile

Scegli la forma

Schema di colori

La tosse

La tosse

La tosse, che si evidenzia in tutte le malattie delle vie aeree, è un meccanismo di difesa dell’organismo per eliminare il muco in eccesso ed il materiale estraneo inalato (polvere, germi, polline, etc). Esistono alcune zone delle vie aeree (laringe, trachea)più sensibili alle sostanze estranee di qualsiasi natura: queste aree, appena stimolate, provocano la tosse, spesso secca e stizzosa. I bambini piccoli non buttano fuori il catarro facilmente, al massimo lo mandano fuori attraverso le feci deglutendolo e ciò provoca difficoltà al bimbo sia nel mantenere il sonno che nell’alimentazione, poiché possono sotto stimolo della tosse vomitare.

In presenza di catarro la tosse, che in questo caso si definisce grassa o produttiva, serve a rimuovere dalle vie respiratorie il muco ed i microbi, rappresentando un meccanismo di difesa che andrebbe mantenuto o favorito.

Quando non ci sono secrezioni e la tosse deriva da irritazione delle parti più sensibili (gola, laringe, trachea) essa si definisce secca ed al contrario della precedente è un disturbo privo di finalità difensive.

 
Seguite questi consigli:

  • date liquidi caldi e zuccherati (latte e miele), lavate il nasino con soluzione salina, liberatelo dal muco così fluidificato, potete praticare aerosol (che sia “non ad ultrasuoni”) con soluzioni saline o fluidificanti ed  antinfiammatori;
  • umidificate l’ambiente.. è importante: l’impiego degli umidificatori elettrici limitatelo solo alla durata dei sintomi e magari durante le prime ore notturne. Mettete vaschette con acqua sopra i termosifoni accesi, sono di notevole aiuto: ricordate, però, di pulire bene tutti i giorni i contenitori per evitare contaminazioni batteriche o da muffe e preferite vaschette larghe che offrano una grande superficie d’acqua a contatto con l’aria per favorire l’evaporazione;
  • fate dormire i vostri bimbi con la testa più alta dei piedi, mettendo qualcosa sotto il materasso tanto da creare una discreta inclinazione del piano di coricata;
  • ideale sarebbe mantenere la temperatura della stanza sui 20° – 21°, evitate temperature più alte ed un’aria troppo secca, cosa che capita durante i mesi invernali quando è in funzione il riscaldamento;
  • ragazzi, soprattutto quando ci sono bimbi malati in casa ..non si fuma: comunque sia i bimbi figli di fumatori domestici avranno tosse più frequentemente e si ammaleranno molto di più di quelli figli di coloro che fumano in balcone od in giardino o proprio (eureka!!!) non fumano mai;
  • importante  l’assunzione di acqua anche contenuta nella frutta (dove oltre a tutto troviamo vitamine come la vitamina C degli agrumi) e sali minerali;
  • se la tosse è secca, insistente e di notte sono guai per tutti, potete fare uso di sedativi della tosse come rimedio del momento, senza pretendere di veder scomparire la tosse definitivamente: li limiterei solo alla fase serale e dovrete tassativamente fare uso soltanto dei cosiddetti sedativi periferici della tosse…mai di quelli ad azione centrale;
  • la febbre importante, che si unisse alla tosse, la presenza di respiro asmatico (con il fischietto), di un respiro veloce, od un’età inferiore all’anno di vita del bimbo richiedono un contatto con il vostro pediatra, che saprà agire al meglio.